Così scrive di lui un amico

Mario un artista poliedrico perché i suoi interessi spaziano dalla pittura alla scultura campi in cui, pur partendo dall’attenta osservazione della realtà, attraverso un percorso di ricerca sul segno, materia, spazio, egli raggiunge, supportato dalla fervida fantasia creatrice, esiti di suggestiva sintesi tra l’essenza del reale e la sua apparenza. I suoi manufatti artistici, pertanto, […]

Pensieri e parole

Lo scultore crea l’intera dinamica vivendola in profondità come una meditazione in movimento, il ventre può diventare un’esperienza di ricerca e cura della propria passione.  Io quando creo genero come in un grembo materno. Ogni opera diventa parte integrante di essa e il separarsi delle volte diviene doloroso. Solo la condivisione di questa energia dà […]

L’ANALISI DELL’ARTISTA

L’analisi dell’artista diventa, allora, un vedere per accadimenti, per tempi trasfusi dall’intelligenza pittorica e poetica, ma ancor più dall’immaginazione creatrice in spazi surreali o di realismo lirico; al punto che qualche critico ha parlato, a proposito delle opere di Termini, di arte della fantasia più che di arte della memoria, a cui attinge la mediazione […]

Le tre sirenette

L’innesto della fontana col suo discorso di note liquide, con la sua forma equilibrata ed armonica, con le delicate sirenette di classica compostezza e di moderna esaltazione lirica delle masse, avvolte dal morbido e trasparente panneggio, interpretate con notevole sensibilità dallo scultore Mario Termini, arricchisce i valori plastici dell’insieme. Prof. Edoardo Fontanazza Contatti MARIO TERMINI […]

Termini o la poetica ‘irrealtà’ del simbolo

La memoria si identifica con un tempo orizzontale che contiene nella sua dimensione passato, presente e futuro, nonché l’ignoto e il conosciuto. Se è così, essa contiene pure la misura dell’esistenza. Da questo punto di vista va osservato che il desiderio di rivelazione ed estensione delle facoltà espressive  oggi, come in passato,  caratterizza il lavoro […]